Mini guida AU PAIR. Tutte le dritte per risparmiare nel weekend!

Abbiamo visto nel capitolo dedicato alla paghetta settimanale (qui), che il pocket money delle au pairs varia dai 70£ agli 85£ a settimana e dipende, oltre che dalla disponibilità della famiglia, dal monte ore di lavoro e dal tipo di impegno richiesto.

Se consideriamo un pocket money medio di 75£ e sottraiamo a esso i 40£ (importo massimo) che ci serviranno probabilmente per pagare un corso d’inglese e i 10£ al mese dell’abbonamento per la sim card per il nostro cellulare (che quindi, arrotondando per eccesso, sono 3£ a settimana), ci restano 32£. 

Mary_Poppins4

Ci sentiamo come Michael Banks, il bambino protagonista del film Mary Poppins, che entra con il padre severo e arcigno nella grande banca d’Inghilterra. Ma ha solo due grami, miseri, semplici penny. E gli vogliono togliere pure quelli.

Dal lunedì al venerdì sarete impegnate con il lavoro e potrebbe essere facile riuscire a non spendere alcunché. Ma l’uomo è un animale sociale, lo sappiamo.

E quindi andiamo al sodo.

COSA SI PUÒ FARE CON 32£, NEL WEEKEND, NEL REGNO UNITO?

Eccovi un breve listino prezzi, che vi permetterà di trarre felici conclusioni.

  • Pranzo  o cena fuori (sandwich + banana o mela + 1/2 litro di acqua): a partire da 3£ da Tesco;
  • Pranzo o cena fuori mercatino/street fooda partire da ;
  • Caffè americano/cappuccino/tè con dolcetto: a partire da 3£;
  • Birra Peroni da 660 ml: 2.69 £ da Tesco;
  • Quattro lattine di birra da 440 ml: 3.54£ da Tesco;
  • Bottiglia di vino dignitosa: a partire da ;
  • Cocktail in un club/bar: a partire da ;
  • Ingresso in un club: a partire da 5£;
  • Concerti: ne trovate tanti gratis o a partire da ;
  • Musei e  mostre: generalmente gratis (esposizioni temporanee escluse).

Tesco è un supermercato che trovate ovunque, non ci sono scuse!

[prezzi aggiornati al 29/03/2015 consultando siti web e in base a esperienza personale]

Se vi trasferite a Londra o andate a visitarla, potete usare la guida di Bushey tales ai tre mercatini di Londra che assolutamente non potete perdervi, dove si trova cibo ottimo e a poco prezzo! E a breve sarà online anche la guida ai 10 posti dove mangiare a Londra con meno di 10£.

Per i concerti, i ristoranti, le mostre, gli spettacoli teatrali e lo shopping, vi consiglio Time Out London, un sito presente anche in altre città del mondo che è sempre aggiornato con gli ultimi eventi ben ordinati per giorno, settimana e mese. Dubito che possiate restare a Londra senza nulla da fare. Ma se dovesse succedere, potete consultare Time Out!

16202174307_b1744c64e8_o
[pic by Pete Jinks]

Che dite, dunque? Ce la facciamo? Ovvio che sì!

Tutto dipende dal nostro spirito di adattamento e dalla nostra volontà.

Abbiamo voglia di una pizza, ma costa 10£? Compriamo 1 kg di farina a 0.45£, due mozzarelle e una bottiglia di passata a 2£ ed è la volta buona che impariamo a farci 1/2 kg di pizza da soli. E ci resta 1/2 kg di farina per la prossima volta.

Ci possiamo abbuffare e la possiamo condividere con qualcuno, il che equivale, come dice mio padre, a “farsi un amico”. E anche se non viene buona, per i nostri compagni di scuola stranieri sarà sempre e comunque amazing!

Io non sono mai stata una tipa da pizzeria o ristorante il sabato sera. In genere compro qualcosa al supermercato e cucino a casa. E se ho voglia di una birra preferisco berla all’aperto, seduta su uno scalino, guardando la gente che passa. E solo dopo andare in un locale o in un club. Perché nei locali c’è la musica alta. E quando bevo qualcosa mi piace parlare un sacco.

3809426499_a64074a9d5_o
[pic by Steven Depolo]

Ma capisco benissimo che per alcuni potrebbe non essere così facile rinunciare ad alcune abitudini del weekend a cui magari si è particolarmente affezionati.

Il segreto è pensare che adattandosi, rinunciando a qualcosa, si fa un sacrificio. E quando si riesce a fare un sacrificio si diventa un poco più forti.

2329783873_46182e6d01_o
[pic by Jenna Carver]

Il mio consiglio è quello di registrare le spese in un quaderno, in un’agenda, in un foglio Excel, su un  muro, insomma dove vi pare. E di fare il conto di quanti soldi potrete spendere nel weekend, considerando le spese personali che tutti abbiamo e che non posso includere perché, appunto, sono troppo personali (dallo shampoo, ai vestiti, alla palestra, ai libri, ai trucchi, all’oggettistica).

Ci sono anche delle app per il cellulare che vi aiuteranno a contare quanti soldi avete speso! Non avete scampo!

(Più info sulle app qui)

Potrebbe interessarti:

Annunci

5 pensieri su “Mini guida AU PAIR. Tutte le dritte per risparmiare nel weekend!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...