Sunday treat #6 – Easter edition: Cupcakes al Cioccolato e alla Vaniglia con Frosting di Crema al Burro

11139742_10206557175437203_900240066_n

Dopo diciotto anni di vita di paese e di fedeltà all’arancino e al cannolo di ricotta, durante gli anni universitari nella grande città inizio a interessarmi di cucina internazionale, mettendo il naso in tutti i barattoli di spezie nei mercati, facendo domande insistenti ai camerieri nei ristoranti etnici e mangiando con le mani in quelli africani (e non solo, scusate).

Succede poi, in quella grande città, che iniziano a spuntare in stile snail after the rain pasticcerie di stampo americano (bakery), con arredamento in colori pastello e dolcetti così carini che davvero ti dispiace mangiarli. Cupcakes, si chiamano. Ok, andiamo a provarli!

(Se avete poco tempo e volete andare dritti alla ricetta, scendete giù fino al titoletto LISTA DELLA SPESA)

Carichissima. Come la migliore Carrie Bradshaw nel bel mezzo di Manhattan. Tanto c’è pure il WiFi gratuito e posso scrivere e riflettere e darmi un tono guardando fuori dalla vetrina.

Tazzona di caffè americano (1.50 euro) + Cupcake alla vaniglia (2.50 euro). Bello, moltissimo. Buono, sicuramente. Ma cavolo, veramente? 4 euro per meno di 4 minuti di poesia?

carrie

Questa faccenda di essere fighi mangiando i cupcakes non fa per me. Chiudo il mio laptop, riprendo il bus 310 e me ne vado al Todis. E mi compro una confezione da quattro bei muffins giganti a 1 euro.

Passano cinque anni e, ironia della sorte, vado a vivere in una città in cui ogni manciata di metri ci si ritrova spalmati (bocca aperta) contro la vetrina di posti del genere. E a quel punto che fai, non ci riprovi? Certo che sì!

Ma se in Italia con 4 euro possiamo ancora cavarcela, a Londra una merenda di caffè o tè e un cupcake, può costare anche 10 pounds. Che sono tristemente parenti di 13.60 euro. E quindi? Rinunciare per sempre? No, sfidare il nemico! 

Io i cupcakes me li faccio a casa.

E così ho fatto. Lo scorso novembre mi sono regalata una CUPCAKE DECORATING MASTERCLASS della Primrose Bakery di Covent Garden (72 Tavistock Street, WC2E 7PB, London). Della serie: i soldi li spendi, ma almeno li spendi una volta. Mi sono fatta spiegare un paio di tricks e da allora sforno che è un piacere.

Ho regalato cupcakes per Natale, per i compleanni. Cupcakes per amore e anche senza motivo. Ho passato pomeriggi a sbattere buttercreams con mia cugina piccola e con le mie amiche. Ho sperimentato nuove presentazioni e gusti. E nella mia valigia, ultimamente, un po’ di spazio è lasciato libero per le decorazioni che in Italia, ahimè, costano ancora troppo.

11125462_10206485110274800_1378420207_nOggi, con voi, voglio partire dalle due preparazioni basic, che rimangono comunque le mie preferite.

I Cupcakes alla vaniglia e limone con glassa (frosting) di crema al burro alla vaniglia (vanilla buttercream) e i Cupcakes al cioccolato con glassa di crema al burro al cacao (chocolate buttercream).

Bianchi e neri, insomma, per accontentare tutti.

Ma non vi scoraggiate davanti alla lunga lista di ingredienti.

Preparare degli ottimi cupcakes a cui fare decine di foto è divertentissimo, ma è soprattutto SUPERFACILE!

Enjoy!

PORZIONI: 12 cupcakes

BUDGET: 7 euro / 6 pounds (decorazioni e stampini esclusi)

(Attenzione! Questa non è una ricetta precaria. Per scoprire i Sunday treats economici clicca qui)

LISTA DELLA SPESA per le tortine

120 gr di farina

120 gr di zucchero

120 gr di burro a temperatura ambiente

40 gr di cioccolato fondente

10 gr di cacao amaro

2 uova

1 limone

1 cucchiaino raso di lievito

LISTA DELLA SPESA per la crema al burro

250 gr di zucchero a velo

125 gr di burro a temperatura ambiente

2 cucchiai di latte

2 cucchiai di cacao amaro

1 cucchiaio di estratto di vaniglia

UTENSILERIA

12 stampini in silicone per cupcakes (o una teglia per cupcakes)

12 pirottini di carta

fruste elettriche

2 ciotole grandi per gli impasti

1 ciotola piccola per la crema + 1 ciotola piccola per le decorazioni

1 cucchiaio di legno

1 coltello da burro (coltello per spalmare)

MANI IN PASTA – TORTINE

L’impasto per i cupcakes è tra i più facili che la mia memoria ricordi, ma è importante che tutti gli ingredienti siano a temperatura ambiente. Come prima cosa, quindi:

  • 11118051_10206485117074970_1133795755_nTiriamo fuori il burro dal frigorifero.

E poi:

  • Accendiamo il forno  180°, così sarà ben caldo quando ci servirà.

Dopo mezz’ora (o quando ci sembra a temperatura ambiente):

  • Mettiamo il burro in una ciotola con lo zucchero e iniziamo a lavorarlo con il cucchiaio di legno.

Tutte le ricette consigliano di usare una frusta elettrica da subito, ma io vi suggerisco di iniziare con il cucchiaio di legno e darci dentro di braccia forzute se volete evitare che la cucina si sporchi in un modo di cui non avete memoria!

  • Quando burro e zucchero sono diventati quasi una crema, sbattiamo con le fruste elettriche per 5 minuti. Il composto sarà spumoso, una specie di panna.
  • Uniamo le uova una alla volta e sbattiamo ancora per altri 2-3 minuti.

A questo punto dividiamo l’impasto in 2 ciotole.

  • CIOTOLA 1: Aggiungiamo la scorza di limone.
  • CIOTOLA 2: Aggiungiamo i 40 gr di cioccolato fondente sciolto a bagnomaria o nel forno a  microonde.
  • Mescoliamo entrambi i composti con un cucchiaio di legno dall’alto verso il basso.

11139825_10206485117034969_104573566_n

11119900_10206485116834964_758911520_n

Importante è la separazione degli ingredienti liquidi da quelli secchi, come per il Golden Plumcake (ricetta qui), e quindi solo a questo punto aggiungiamo gli ingredienti secchi.

  • CIOTOLA 1: aggiungiamo 60 gr di farina + mezzo cucchiaino di lievito.
  • CIOTOLA 2: aggiungiamo 60 gr di farina + mezzo cucchiaino di lievito + 10 gr di cacao amaro.
  • Mescoliamo entrambi i composti con un cucchiaio di legno dall’alto verso il basso.

11103887_10206485116074945_309720629_n

E praticamente abbiamo finito.

  • Inseriamo un pirottino di carta in ogni stampino di silicone o in ogni spazio della teglia per cupcakes.
  • Riempiamo gli stampini o la teglia con gli impasti (6 bianchi + 6 neri) per metà e inforniamo.

20 MINUTI IN FORNO GIÀ CALDO A 18

11134410_10206485117194973_1258133392_n11134335_10206485115914941_121054595_n

11072726_10206485115874940_54032092_nMANI IN PASTA – CREMA AL BURRO

Mentre i cupcakes si raffreddano, prepariamo la crema al burro per coprirli. Ancora più semplice.

  • Mettiamo in una ciotola 125 gr di burro a temperatura ambiente e 250 gr di zucchero a velo. Mescoliamo con energia usando un cucchiaio di legno. Lo scopo è ottenere una crema soffice e noteremo che con zucchero a velo e burro si crea una crema rigida. Serve qualcosa per ammorbidirla.
  • Aggiungiamo 2 cucchiai di latte + 1 cucchiaio di essenza di vaniglia e continuiamo a mescolare.
  • Decoriamo i cupcakes bianchi con la crema al burro chiara ottenuta.
  • Quando abbiamo finito con i cupcakes bianchi, aggiungiamo alla crema al burro bianca 10 gr di cacao amaro e mescoliamo.
  • Decoriamo i cupcakes neri con la crema al burro scura ottenuta.

MANI IN PASTA – DECORAZIONE

Tutto molto bello, ma come si spalma sta crema sui cupcakes?

Per quanto riguarda la copertura di crema al burro sulla tortina avete due opzioni:

  1. Utilizzare una sac-à-poche, riempirla con la crema e spremerla sulla superficie della tortina con un movimento circolare. Se non avete la sac-à-poche, potete costruirvene una con la carta da forno. Trovate le istruzioni qui. Per capire come si fa, vi consiglio questo video o questo, se avete già a casa una sac-à-poche vera con diverse punte: 
  2. Utilizzare un coltello da burro come insegnano alla Primrose Bakery e spalmare la crema sulla tortina creando uno swirl, un vortice. Io preferisco questa seconda tecnica perché la trovo più minimalista. Un cupcake coperto semplicemente, ci permette di sbizzarrirci di più con le decorazioni. Ecco un video che può aiutarvi a realizzare lo swirl:

Ed ecco due foto dei miei swilrs. Bisogna far pratica con l’uso del coltello e spalmare la crema velocemente perché la tortina è molto morbida e quindi rischiamo di deformarla se la teniamo troppo in mano.

Niente paura, dopo i primi cupcakes vi sentirete già più sciolti!

11136946_10206485110394803_528367443_n11106332_10206485110354802_935583420_nUna volta che avete realizzato questa base, potete scatenarvi con le decorazioni. C’è solo un problema: brillantini, zuccherini, codette, perline e stelline in Italia costano più del prosciutto crudo. O magari per risparmiare bisogna andare nei grandi negozi per pasticceri.

E sapete che il Sunday treat si può sempre fare andando alla bottega sotto casa. Quindi, per risparmiare e senza sbattervi troppo, potete usare cioccolatini e biscotti, by far più economici dalle nostre parti. 

I vostri cupcakes possono diventare assolutamente QUELLO CHE VOLETE e prendere i nomi più disparati per fare scena. Con un pezzo di Kinder Bueno sulla punta, il cupcake al cioccolato diventa un Kinder Bueno Cupcake. Con un pezzo di Pan di StellePan di Stelle Cupcake. Con un Ferrero Rocher, un Rocher Cupcake. Sul cupcake alla vaniglia e limone possiamo mettere un pezzo di cioccolato bianco, un quadratino di TronkySmarties, M&M’s, una mini gocciola, una nocciola, una noce o della frutta! Insomma, lasciatevi ispirare da quello che trovate in casa!

cupcakes

Per concludere, vi mostro il mio piano di azione di questa volta. Dato il periodo pasquale, ho optato per delle palline di zucchero e degli ovetti di cioccolato per i cupcakes bianchi e per stelline di cioccolato bianco e coniglietti di cioccolato Maltesers per i cupcakes neri (cos’è il cioccolato Maltesers? Scoprilo qui).

11093754_10206485115434929_2070792544_nSOSTITUZIONI

  • al posto della crema al burro, se temete la pesantezza di questi dolcetti da 21 gr di burro cadauno, potete utilizzare una glassa all’acqua (ricetta qui), ma dovrete dimenticarvi dello swirl. Siete sicuri che ne valga la pena?
  • al posto dell’estratto di vaniglia, potrebbe essere interessante provare ad aggiungere altri aromi liquidi, variando così il sapore della crema al burro: aroma all’arancia, alla cannella, alla rosa, al limone, alla mandorla e al posto del latte io vorrei provare a usare un tè profumato o il caffè o il succo di un frutto e vedere cosa esce.
  • al posto del cioccolato fondente, potete usare il cioccolato al latte o il cioccolato bianco (in questo ultimo caso evitate l’aggiunta del cacao amaro, così la crema resterà bianca).

TIPS

11129944_10206485110434804_992956216_n

  • per cospargere il cupcake di brillantini o zuccherini, non provate a usare la mano; versate, piuttosto, un po’ di zuccherini in una ciotolina e passateci il cupcake dentro come se lo voleste impanare o infarinare;
  • per montare la crema al burro, tutte le ricette consigliano l’utilizzo di una frusta elettrica e la cucina si riempie letteralmente di zucchero a velo, che è a dir poco camurriuso da togliere (in siciliano, fastidioso); questa volta, quindi, ho usato solo il cucchiaio di legno, senza sporcare;
  • per colorare la crema, potete usare qualche aggiungere qualche goccia di colorante liquido in gel; quello in gel è da preferire perché non altera la consistenza della crema;
  • per conservare i cupcakes potete lasciarli fuori dal frigo, in un contenitore ermetico e si mantengono fino a tre giorni.

Ed ecco, infine, i siti delle Bakery che vi ho mostrato nella prima galleria. Lasciatevi ispirare:

Peggy Porschen cakes / Hummingbird Bakery / Primrose Bakery

Per informazioni sui corsi della Primrose Bakery di Londra, date un’occhiata qui. Se fate un salto da queste parti, è un bellissimo regalo da fare, soprattutto a voi stesse!

Per qualsiasi dubbio o domanda, potete lasciare un commento o scrivermi a busheytales@gmail.com.

La prima volta che ho fatto i cupcakes a casa dopo il corso, ho decorato i primi 12, ho mandato mio papà a comprare altro zucchero a velo e ne ho fatti subito altri 24. 

Have a try! E vi prometto che non riuscirete più a smettere.

Annunci

Un pensiero su “Sunday treat #6 – Easter edition: Cupcakes al Cioccolato e alla Vaniglia con Frosting di Crema al Burro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...