Crumbs, briciole di vita au pair – Come una palla in una stanza da Squash

by http://sketchenglish.blogspot.co.uk/
©Simona De Leo – http://sketchenglish.blogspot.co.uk/

Spesso nella vita guardiamo quello che accade agli altri, pensando che sia qualcosa di così distante, qualcosa le cui possibilità che accada a noi siano il 5%. E poi proprio pochi giorni dopo eccola lì.

Proprio quello.

Proprio quello che pensavamo non potesse toccare la nostra vita, bussa alla tua porta. E tu sei costretto ad aprire e a farci i conti.

A me è capitato ben tre volte, è per questo che ora non escludo nulla, ma proprio nulla, come possibile evento nella mia vita.

L’ultimo di questi tre eventi è stata la mia emigrazione verso Londra.

Comprare un biglietto solo andata in una settimana. Impacchettare anni della propria vita in 3 scatoloni, spedirli con un corriere con la consapevolezza che forse quei ricordi che custodivi con tanta cura, non li rivedrai per anni, e forse quando li potrai rivedere, aprendo quelle scatole, dovrai buttarli via perché inevitabilmente rovinati dal tempo.

Dopo 7 mesi in questo paese straniero e dove perfino il “tuhhh tuhhh” del telefono suona  diverso dal nostro, inizio a tirare le prime somme.

Per me partire non è stato poi così difficile. La voglia di cambiare vita era talmente grande da nascondere tutti i possibili problemi e le difficoltà. Senza contare che prima di essere un’immigrata a Londra lo sono già stata in Italia: la comune storia di tanti ragazzi nati nel sud Italia e  volati al Nord appena compiuti i 18 anni.

Ma qui non devi fare i conti solo il cattivo tempo e il cibo che “non è come quello di mammà”. Qui devi adattarti a una cultura differente, a una lingua che non è la tua, che tante volte ti impedisce di esprimerti a pieno come vorresti.

Così ti ritrovi come una palla in una stanza da Squash, a rimbalzare violentemente contro dei muri, chiedendoti costantemente se stai facendo la cosa giusta e se prima o poi questo continuo rimbalzare tra un muro e l’altro ti porterà a qualcosa.

Sono laureata in fumetto ed illustrazione all’Accademia di Belle Arti di Bologna, ma arrivata a Londra ho scelto di iniziare come Au-pair, perché mi piace lavorare con i bambini ed è un buon modo per immergersi e scoprire la città ed imparare la lingua.

Da un po’ di anni a questa parte tutto per me gira intorno ai bambini.

Qualche giorno fa durante il mio colloquio con l’insegnante della scuola di inglese c’è stata questa breve conversazione:

– What do you do in London? –
– I’m an Au-pair looking after three young children –
– And what did you do in Italy? –
– I worked in primary school and nursery with children –
– What did you study in Italy and what do you want to do after this job? –
– I studied illustration, and I’d like to be an illustrator…for children –
– YOU HAVE A PROBLEM WITH CHILDREN, YOU KNOW? –
– Yes, I have –

E mi ha fatto riflettere molto… ma volendo fare l’illustratrice per bambini, quale migliore ispirazione c’è del poter effettivamente passare il tempo con loro? Guardare i loro occhioni sempre spalancati e pronti a prendere qualsiasi cosa la giornata gli offra.

C’è molto di più da imparare da un bambino di quanto si immagini.

Dopo i primi mesi di euforia generale però, devi iniziare a tirare le somme e chiederti: cosa posso fare per raggiungere il mio obiettivo?

Perché non puoi fare l’au-pair a vita.

Così dopo settimane di lunghe camminate riflessive sotto sole e pioggia (soprattutto pioggia), l’idea di Sketchenglish ha iniziato a prendere forma nella mia mente.

(per leggere la seconda parte del racconto clicca qui)


Simona De Leo, 25 anni
aupair in Camden (London)
deleo.simona@gmail.com

website – facebook – instagram – twitter

Annunci

Un pensiero su “Crumbs, briciole di vita au pair – Come una palla in una stanza da Squash

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...