Crumbs, briciole di vita au pair – Sai cos’è, l’isola di Wight?

Crumbs #11 - Sai cos'è, l'isola di Wight?
[pic by Ronald Saunders]

Nella vita da au pair, ci sono dei momenti in cui l’unica cosa di cui hai bisogno è che inizi il weekend. E quando finalmente arriva, senti l’adrenalina che ti scorre dentro perché hai due giorni tutti per te. Non devi preoccuparti che i ragazzi si siano svegliati, che la tavola sia pronta per la breakfast o di rimanere intrappolata nel traffico dell’autostrada A10. Arriva il weekend e da venerdì sera dopo cena puoi progettare i tuoi piani. Oppure puoi semplicemente rimanere a letto.

Ma, diciamocelo, io non conosco nessuna au pair che, per quanto devastata dalla settimana, decida di rimanere in casa durante il weekend. Anche perché se vivi a Londra come me trovi sempre qualcosa di nuovo da fare.

Ma non lo scorso weekend. Era ora di guardarmi intorno e di esplorare altre realtà. Perché sì, Londra è bellissima, ma ogni tanto ci vuole una nuova meta. E io l’avevo trovata, si chiamava Isola di Wight.

Io e la mia amica tedesca Luisa (anche lei, ovviamente, au pair), decidiamo di partire sabato mattina dalla stazione di London Waterloo, emozionatissime. Sul treno decido di riposare un po’, vista la levataccia e l’ora e mezza di viaggio che mi aspetta, ma appena il treno arriva fuori città, ci ritroviamo circondate da colline verdi e cottages a mattoncini rossi che sembrano sul punto di essere divorati dall’edera. E ne rimango talmente affascinata che il mio riposino diventa un vago ricordo.

Arriviamo a Portsmouth in perfetto orario, ma ormai non mi meraviglio più della precisione dei treni inglesi. Ci incamminiamo verso la costa. Veloce tappa da Sainsbury’s per il nostro pranzo (ricordatevi che siamo au pair), e arriviamo alla coda della cassa del traghetto. Luisa mi propone di passare alla cassa del ragazzo più o meno della nostra età, in modo da suscitargli pietà e convincerlo a concederci lo sconto studenti. Gli mostriamo le nostre carte universitarie, rigorosamente scadute, e lui, pur essendosene accorto, ci sorride e bisbiglia: «Anche se non dovrei, farò un’eccezione». E soddisfatte racimoliamo ben 4£, che possono sembrare una sciocchezza, ma per noi au pair valgono come oro.

Saliamo sul traghetto e dopo soli 10 minuti arriviamo a Ryde, nell’isola di Wight. Appena mi guardo attorno, capisco subito che era molto diversa da come me l’ero sempre immaginato: pensavo alla classica isoletta con quattro case e pescatori. Mentre in realtà vi sono diverse cittadine.
Decidiamo di percorrere più lungomare possibile, in direzione sud-est, con i piedi che affondano sulla sabbia dorata e un sole tiepido, perché, come sempre, è accompagnato dal vento. Ma la cosa sicuramente più affascinante è la bassa marea: camminiamo ben 15 minuti prima di poterci bagnare le caviglie, mentre raccogliamo conchiglie e facciamo a gara a chi trova le più belle e particolari.
È stato come se fossimo tornate bambine.

Il tempo passa davvero in fretta e ripartiamo con il traghetto prenotato, ma senza dimenticare quella sensazione: la sabbia che ti rimane nelle scarpe e il profumo del mare.

Che risolve tutti i problemi, anche quelli delle au pair.

Siti utili:
Sito ufficiale Isle of Wight
Come arrivare
Guida all’Isola di Wight
Sito ufficiale Isle of Wight Festival


Greta Rech, 23 anni
au pair in Ealing Broadway (London)
greta_r@outlook.it

Greta fa parte dell’associazione Living Au pair Association, che ha organizzato la sua partenza e l’ha sostenuta durante il suo soggiorno. Per trovare la famiglia più adatta alle vostre esigenze, contattate la responsabile dell’associazione Cristina (whatsapp +39 3887951342). Dite che siete venuti a conoscenza del servizio tramite Bushey tales, per assicurarvi un colloquio il prima possibile! Maggiori informazioni qui.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...