Università in Inghilterra. Tutto ciò che c’è da sapere!

University of Cambridge
[University of Cambridge – pic by llee_wu]

Frequentare un’università in Inghilterra non è difficile o costoso come molti dicono. Il metodo di selezione è diverso da quello italiano e diverse sono soprattutto le tasse. Ma eccovi una mini guida che vi schiarirà le idee.

PRIMO PASSO: SITO WEB UCAS
Il primo passo è visitare il sito UCAS. Salvatelo tra i preferiti perché è qui che tutto accadrà.
Nella sezione Undergraduate -> Find a course troverete un motore di ricerca in cui potete digitare il nome di un corso che vi piacerebbe frequentare, l’università che avete scelto e la regione in cui vorreste studiare o solo uno dei tre criteri di ricerca (cliccate qui per il motore di ricerca). Magicamente apparirà una lista di tutte le università che offrono quel tipo di corso. Scegliete quella di cui avete sentito parlare bene o su cui avete letto qualcosa di interessante e visitate il sito dell’università alla ricerca di informazioni più dettagliate.

SCEGLIERE L’UNIVERSITÀ
Se volete sapere quali sono le migliori università del Regno Unito, ci sono vari siti che le classificano in base a soddisfazione degli studenti, requisiti di ammissione e statistiche occupazionali. I più affidabili sono The Guardian e The Complete University Guide.

SCEGLIERE IL CORSO
Per quanto riguarda la scelta del corso, la prima cosa da sapere è che in UK avete la possibilità di combinare nella stessa laurea fino a tre corsi che c’entrano poco o nulla l’uno con l’altro. Un esempio? Film studies & Economics. Quindi date sfogo alla vostra fantasia. Dopo aver trovato il corso perfetto, bisogna fare la domanda di ammissione, che avviene sempre tramite UCAS.
Ed ecco la seconda informazione importante: potete fare domanda a un massimo di cinque università che offrono lo stesso corso. Ovviamente non tutti quelli che inviano la domanda quelli accettati e ci sono requisiti da soddisfare e documenti importanti da raccogliere, ma non perdetevi d’animo. Scopriamoli insieme.

[Codrington Library, All Souls College, Oxford - pic by Jun]

REQUISITI E DOCUMENTI NECESSARI

  • 1) UN BUON VOTO ALLA MATURITÀ
    La prima cosa da controllare è il voto di maturità: in media il voto più richiesto è dal 70 in su, ma tante università accettano anche voti più bassi, quindi non disperate.
    – E se io la maturità devo ancora farla? – Don’t worry, darling. La domanda può essere presentata anche prima di sostenere gli esami di maturità e, nel momento in cui riceverete una risposta da parte delle università, questa potrà essere conditional o unconditional.
    UNCONDITIONAL: significa che vi hanno accettato senza problemi e siete dentro;
    CONDITIONAL: li avete colpiti e vi vogliono, vi assicurano un posto nel corso prescelto a patto che riusciate a ottenere il voto di maturità che è richiesto.
    Puntualizzazione d’obbligo: se siete usciti con 60 scordatevi di studiare in posti come Oxford e accontentatevi di goderveli in foto o da un bus turistico.

2) UN BUON LIVELLO D’INGLESE
Il voto dell’esame di Stato non è l’unico voto che fa da sofferenza. Il noto certificato di lingua IELTS vi servirà per dimostrare di avere un certo livello di inglese, che non siete rimasti fermi al basilare “the book is on the table”. Generalmente i voti più richiesti sono 6.5 e 7, facilmente raggiungibili.
Superato l’esame IELTS con un voto sufficiente, sappiate che la parte più difficile è ormai superata e vi servono solo un mucchio di scartoffie per completare la vostra domanda d’ammissione. Continuiamo quindi con la nostra classifica.

3) IL PERSONAL STATEMENT
Non temete, sarò breve. Il temutissimo personal statement è una sorta di tema in cui dovete spiegare il motivo della vostra scelta universitaria: cosa vi ha spinto a scegliere quel determinato corso e quali sono i vostri obiettivi universitari e lavorativi.

4) LETTERA DI REFERENZA
Un altro documento che potrebbe spaventarvi è la lettera di referenza, da chiedere a un vostro professore che vi conosce abbastanza bene da potervi descrivere dal punto di vista accademico.

5) ALTRE SCARTOFFIE
Ancora? Ebbene sì. Vi serviranno (ma siamo alla fine!) la pagella dell’ultimo anno di liceo e un curriculum, facoltativo, in cui potete mettere in risalto le vostre esperienze lavorative o di studio inerenti al percorso universitario scelto (per leggere il capitolo della guida dedicato alla stesura del cv in inglese, cliccate qui).

Mathematical Bridge, Cambridge
[Mathematical Bridge, Cambridge – pic by Christopher Chan]

SCADENZE
Quando avete tutto ciò che vi serve, potrete finalmente inoltrare la domanda e attendere impazienti le risposte. Attenzione però, ci sono delle scadenze ben precise: di solito avete tempo fino a gennaio, ma alcune università anticipano i tempi al mese di ottobre. Quasi un anno prima.
Il segreto del vostro successo, dunque, potrebbe essere condizionato dall’averci pensato in tempo.

TASSE
Avrete la possibilità di scegliere tra centinaia di università sparse per il Paese, ma è doveroso sapere che in ogni regione ci sono regole diverse in ambito tasse. La media è di 9000£ all’anno.
No, non sto scherzando. E sì, anche io ho avuto un calo di pressione la prima volta che ho letto la cifra. Ma state tranquilli: potete permettervi di studiare in una delle più prestigiose università al mondo anche senza vendere cinque organi interni e spacciare metanfetamina come in Breaking Bad. Per questo dobbiamo ringraziare Student finance, un ente che ha pensato di prestare questa indecente somma di denaro a noi poveri studenti (le informazioni necessari le potete trovare qui e qui).

FINANZIAMENTO STUDENT FINANCE
Il procedimento è molto semplice: dovete scaricare una serie di moduli da compilare e mandarli a Student Finance, allegando un documento d’identità (passaporto o carta d’identità) e attendere una risposta che è quasi sempre positiva. Se non lo è, generalmente avete sbagliato qualcosa nella compilazione dei moduli, dato che l’unico requisito richiesto per ottenere il prestito è essere un cittadino della comunità europea. I soldi verranno mandati automaticamente all’università da Student Finance appena effettuerete la registrazione nel Campus, quindi dovete solo aspettare l’inizio delle lezioni seduti comodamente sul vostro divano.
Una volta terminati gli studi e trovato un lavoro potete iniziare a restituire i soldi e ciò accade nel momento in cui guadagnate minimo 21000£ all’anno.

UN’ECCEZIONE: LA SCOZIA
La Scozia ha deciso di fare la pecora nera e azzerare le tasse per gli studenti europei, facendo a tutti un immenso favore. Il problema è che adesso le università scozzesi si ritrovano ad avere un numero di domande che supera di una decina di volte il numero di posti disponibili e quindi la selezione è diventata a dir poco spietata. Ma se siete dei piccoli geni o siete riusciti a ottenere più di 95 alla maturità, potete comunque provarci.

Se pensate di avere un livello d’inglese non sufficiente, ma allo stesso tempo vi piacerebbe intraprendere un percorso di studi all’estero e aprirvi nuove possibilità, datevi un po’ di tempo e rimandate l’iscrizione. Un modo economico ed efficace per migliorare notevolmente il vostro inglese ed entrare in contatto con gli usi e la cultura del Regno Unito, è certamente l’esperienza au pair. Per saperne di più, consultate i primi capitoli della guida:


Klarissa Isabella Terlizzi, 20 anni
au pair in Watford
ikterlizzi@gmail.com

[University College London (1827-9) - pic by William Wilkins and J Gandy Deering]
[University College, London – pic by Steve Cadman]
Annunci

2 pensieri su “Università in Inghilterra. Tutto ciò che c’è da sapere!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...