Au pair è solo l’inizio: ho trovato un lavoro in UK

[pic by Paco Lopez]
[pic by Paco Lopez]

Ilaria è una ragazza che pianifica la sua fuga da tempo. Arrivata esausta alla laurea, lascia la Puglia esattamente 5 giorni dopo la discussione della sua tesi. Lei, laureata con il massimo dei voti e con un lavoro da circa 3 anni, molla tutto e parte per fare la ragazza alla pari in UK.

Ilaria viene letteralmente catapultata in una favola. La famiglia ospitante è perfetta e lei se ne innamora subito come in poco tempo perde letteralmente la testa per la città in cui si trova, al punto che capisce subito di essere capitata nel posto giusto al momento giusto. L’idea di partire per l’Inghilterra era solo un motivo per migliorare la lingua, fare un’esperienza all’estero e capire se era pronta per la vita vera, quella che comincia dopo i sacrifici, dopo la laurea, dopo la porta di casa tua ed invece tutto è diventato così perfetto da chiedersi se non fosse arrivato proprio ora quel momento in cui la ruota inizia a girare.

Finalmente dopo anni in cui dovevi spaccarti la schiena (per non nominare altre parti del corpo) dividendoti tra lavoro, accademia e vita sociale, dopo aver lavorato sottopagato solo per poter pagarti gli studi, dopo tante volte in cui ti dici che non può andare tutto così e che tutto un giorno cambierà, finalmente quel giorno arriva.

In quei sei mesi ha capito che era nel posto giusto e che non avrebbe potuto fare l’au pair a vita, che avrebbe potuto cercare un nuovo lavoro e cercare di iniziare una nuova vita. Cerca e trova online una stanza in una casa appena ristrutturata, con tanto di parquet in camera (e non quell’odiosa e putrida moquette inglese), cucina abitabile e bagno con doccia e vasca! Attiva il Nin, saluta la famiglia ospitante allo scadere del suo contratto e inizia a cercare lavoro.

Vuoi per fortuna, vuoi perché era il momento giusto, vuoi che magari lei vale qualcosa e ha delle capacità, Ilaria trova subito più di un lavoro e nel giro di due settimanenel giro di due settimane sceglie quello che più sente suo e inizia la sua vera vita da immigrata in Inghilterra. È del tutto indipendente dal primo Maggio 2015 in una casa che condivide con altre tre persone, con un lavoro, il sorriso sempre stampato sulle labbra, la voglia di vivere che sprizza da tutti i pori e poco importa se l’Inghilterra è fredda, se non c’è il mare a Birmingham, qui lei è felice e non le serve nient’altro, per il momento.

Come so tutte queste cose? Perché Ilaria sono io, una ragazza che oggi si sente fortunata, che sa per certo che la ruota gira per davvero e anche se le favole non me le racconta più nessuno, io qui sto vivendo la mia vita e vorrei che tutti potessero inseguire i propri sogni e smetterla di lasciarli chiusi nei cassetti, perché la vita è troppo bella e perché tutti meritiamo la serenità e la gioia che ho io in questo momento!


Ilaria Müller, 25 anni
Birmingham

Ilaria Müller cura da settembre 2014 il blog Vita da Lari e un canale YouTube, in cui ha raccontato la sua vita all’estero: da ragazza alla pari a perfetta immigrata lavoratrice.

In questo ultimo video ci spiega come richiedere il NiN, il numero identificativo assolutamente fondamentale per lavorare in Inghilterra. Iscrivetevi al canale di Ilaria per non perdere i suoi consigli, le sue emozioni, le sue avventure.

Annunci

Un pensiero su “Au pair è solo l’inizio: ho trovato un lavoro in UK

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...