Cambridge “la dotta”

Chiunque sia emigrato nel Regno Unito sa che i parenti, a prescindere dalla città di residenza, saranno sempre convinti che tu viva a Londra. Questo perché il fascino iconico della capitale inglese colpisce anche coloro che non sono geni in geografia, basta conoscere Buckingham Palace e il Big Ben. Tuttavia, il Regno Unito offre tantissimi paesaggi incantevoli, città moderne e industriali o avvolte da un fascino medievale che non hanno nulla da invidiare al nostro Belpaese.

Tra queste, c’è anche Cambridge, una città che mi ha adottato e incantato fin dal primo istante, sede della famosa università fondata nel 1209. Insieme a quella di Oxford, una delle migliori università al mondo. Qui hanno studiato scienziati (tra cui molti Premi Nobel), filosofi, monarchi, futuri Primi Ministri, politici, scrittori e musicisti.

Piccola parentesi: Oxford e Cambridge, oltre a essere ‘eccellenze’ del sistema universitario britannico, sono anche ‘eccezioni’. Contrariamente a quanto si possa pensare, le due famose università non sono formate da facoltà, ma da ben trentuno college distinti, di cui uno dedicato a Charles Darwin. A questi si aggiungono 150 dipartimenti tra cui si distinguono facoltà, scuole, laboratori e altre istituzioni.

Il fascino di Cambridge combina l’architettura spettacolare dei college e delle chiese con la presenza di ampi spazi verdi e parchi attraversati dal fiume Cam. È una città elegante e compatta adatta a famiglie e giovani e offre un ampia scelta di luoghi da visitare in tutte le stagioni: musei, gallerie, teatri, eventi e festival. Ci sono tanti buoni motivi per venire a Cambridge per una gita ‘fuori porta’.
Ecco a voi la mia personale guida!

Trinity Street

Il mio primo approccio a Cambridge è stato lungo Trinity Street ed è stato amore a prima vista. Questa strada vecchia di 1000 anni trasuda ‘britishness’ da tutti i pori con i suoi edifici storici che vanno dalla fondazione dell’università fino al periodo vittoriano. A questi si aggiungono negozi caratteristici e di brand famosi, dove sognavo di passare lunghi pomeriggi di shopping folle (previsione poi smentita dalle scarse finanze tipiche della au pair). Questo vicolo accompagna il visitatore fino ai più importanti college di Cambridge: il St. John’s, il Trinity e l’imponente e affascinante King’s College, fondato nel 1441 da re Enrico VI.

King’s College

La costruzione del King’s College iniziò dalla cappella, dove la prima pietra venne posata proprio da Enrico VI nel 1446. Oggi la cappella rappresenta uno dei più eccezionali edifici di Cambridge ed è considerato tra i più importanti esempi di architettura perpendicolare tardo-gotica. Qui si tengono inoltre molti concerti, tra cui il famoso Nine Lessons and Carols, che viene trasmesso dalla BBC dal 1928 nel periodo di Natale.

Alla destra del King’s College, possiamo notare due edifici: il Senate House, dove gli studenti di Cambridge celebrano la loro laurea al cospetto dei membri anziani dei rispettivi college, e l’Old School, sede delle prime lezioni e della biblioteca fino al 1934 (la funzione odierna è quella di centro amministrativo).

[King's College Chapel by Punting Cambridge]
[King’s College Chapel by Punting Cambridge]
Trinity College

Altro college molto importante (il più grande dei 31) è il Trinity, fondato da Enrico VIII nel 1546. Tra i suoi famosi studenti ci sono il padre e fondatore della fisica moderna Isaac Newton e ben 32 premi Nobel. L’albero nel giardino frontale pare sia infatti il discendente del famoso albero di mele che suscitò a Newton le sue prime teorie sulle leggi gravitazionali.

L’impronta lasciata da Newton è così importante che i suoi libri originali sono conservati nella Wren Library, edificio adiacente il Trinity progettato da sir Christopher Wren (l’architetto della cattedrale di St. Paul a Londra) e completato nel 1695. La Wren Library conserva anche le lettere di San Paolo, alcune opere di Shakespeare, i manoscritti di Milne (autore di Winnie the Pooh) e la statua di Lord Byron, rifiutata dall’abbazia di Westminster per la dubbia moralità dello scrittore. La libreria è aperta ai visitatori. Per ulteriori informazioni cliccate qui.

Se siete interessati a visitare anche altri college, l’ufficio turistico di Cambridge propone tour guidati nella maggior parte degli edifici universitari. Più informazioni qui.

Great St. Mary Church

Costruita nel XV sec., si trova di fronte al King’s College ed è geograficamente il centro della città. Qui si rifugiarono gli studenti cacciati da Oxford che poi fondarono l’università di Cambridge, le cui prime lezioni ebbero sede proprio in questo edificio Nel 1608 venne aggiunta una torre in cui 123 gradini portano i visitatori in cima per godere un bellissimo panorama. La Great St. Mary è ricordata per essere stata uno dei centri della riforma ecclesiastica dove predicò Erasmo da Rotterdam, che ricevette qui la visita di molti monarchi del regno britannico.

Essendo una delle poche in grado di offrire un concerto con due organi, questa chiesa attrae migliaia di persone in occasione dei tradizionali Christmas Carols.

Winter Shadows by Dave Gunn
Winter Shadows by Dave Gunn
Round Church

La Round Church o Chiesa del Santo Sepolcro, costruita nel XII sec., rappresenta uno degli edifici più antichi della città (più antica persino dell’Università) ed è una delle quattro chiese circolari del Paese.

Corpus Clock

Il Corpus Clock si trova vicino al King’s College. Concepito e finanziato dall’inventore John C. Taylor, è stato inaugurato dal famoso fisico Stephen Hawking nel 2008.

L’opera simboleggia l’evanescenza del tempo, in bilico tra vita incessante e morte imminente, e unisce il design moderno all’arte orologiaia del XVII e XVIII sec.: ingegneria tradizionale combinato e incredibili invenzioni elettroniche. L’orologio è costituito da un quadrante placcato in oro con schizzi di sangue che rappresentano il destino delle imprese umane ed è sovrastato da una cavalletta “mangia tempo” che ogni 15 minuti alza il pungiglione colpendo a morte l’ora al suono di una catena che sbatte in una bara. Il suo movimento è snervante e irregolare. Il pendolo dell’orologio talvolta si ferma, le luci al LED lampeggiano, prima lentamente e poi sempre più velocemente come a voler recuperare.

John C. Taylor disse parlando della sua opera: «Lui mangerà ogni minuto della vostra vita, e non appena uno morirà avrà l’acquolina per quello successivo».
L’iscrizione latina sull’orologio (Mundus transit et concupiscentia eius) significa «Il mondo passa e così la sua concupiscenza».

[Corpus Clock by jmj2001]
[Corpus Clock by jmj2001]
Fitzwilliam Museum

Fondato nel 1816, raccoglie un’ampia collezione d’arte appartenuta al Visconte Richard Fitzwilliam e da lui donata all’università. Il museo è aperto al pubblico dal 1848 e accoglie i turisti con un’imponente facciata neoclassica sostenuta da un lungo colonnato, lasciando che si perdano tra dipinti di Rubens, Constable, Monet, Picasso e Turner. Il repertorio museale include sezioni dedicate al Rinascimento italiano, all’antico Egitto, all’arte greca e romana e all’antico Oriente. Il museo è aperto gratuitamente ai visitatori.

Parchi

Cambridge, come ogni città inglese che si rispetti, è circondata una grande quantità di parchi dove gli inglesi amano fare sport, in tutti i giorni dell’anno (compresi i più piovosi).

A nord troviamo i parchi più grandi: Jesus Green e Midsummer Common, attraversati dal fiume Cam. Spostandoci verso il centro troviamo il Parker’s Piece, dove possiamo assistere a partire di calcio, baseball o cricket. A Ovest il fiume attraversa i Backs, che fanno da sfondo ai principali college e dove gli studenti si allenano per l’annuale regata contro l’università di Oxford.

Giardino Botanico

Una perla verde di Cambridge che non va trascurata è il Cambridge University Botanic Garden, inaugurato nel 1846 da Steven Henslow, mentore di Charles Darwin. Il giardino ospita 8.000 specie, 2000 delle quali si trovano nel Glasshouse Range: vengono riprodotti vari ambienti naturali che vanno dalla fascia tropicale ai paesaggi alpini fino ai deserti australiani.

Cose da fare: ‘Punting’

Il fiume Cam è popolato da barchette chiamate ‘punts’ dove i turisti fanno il tradizionale ‘punting’ e godono di uno dei più spettacolari e bucolici scenari di Cambridge. I ‘punts’ percorrono un breve tratto del fiume che presenta molteplici luoghi importanti come il Magdalene College, il St. John, il Bridge of Sights e il Kitchen’s Bridge, dove sono state girate alcune scene de La teoria del tutto, il film sulla vita di Stephen Hawking. Per saperne di più organizzare un tour cliccate qui o affidatevi ai ‘punters’ che affollano la città e avvicinano turisti e non.

 Punting along The Backs Cambridge River Cam by Gillie Rhodes
Punting along The Backs Cambridge River Cam by Gillie Rhodes
Tempo libero

Cambridge, essendo popolata da moltissimi studenti provenienti da tutto il mondo, offre un gran numero di attività per il tempo libero: teatri, cinema, club sportivi, palestre, ristoranti, pub e tea shops. I ristoranti ovviamente propongono cibi provenienti da tutto il mondo, dal Messico all’India, dall’Italia al Giappone.

Per quanto riguarda la vita notturna, la zona più affollata e vivace è senza dubbio Regent Street, dove sono presenti i due più grandi bar della città: il Regal e il Vodka Revolution. Dirigendosi verso Market Square si possono gustare deliziosi cocktail da La Raza a Rose Crescent e al The Vaults in Trinity Street. Un’altra strada affollata dai baldi giovani inglesi del sabato sera è Market Passage, dove sono presenti ben tre locali degni di nota: Baroosh, Ta Bouche e Fez Club.

Durante tutto il corso dell’anno sono presenti diversi eventi culturali e gastronomici.
Marzo: Cambridge Science Festival
Maggio: Cambridge Beer Festival
Giugno: Strawberry Fair
Luglio: Cambridge Shakespeare Festival (è possibile assistere alle rappresentazioni teatrali nei giardini dei college) e Cambridge Film Festival

Dopo la cultura, la passeggiata al parco e il divertimento notturno manca solo un po’ di sano shopping e anche su questo punto Cambridge non vi deluderà. Potrete scegliere tra i tre enormi centri commerciali (Grand Arcade, Lion’s Yard e The Grafton) e l’innumerevole quantità di negozi presenti nel centro. Non mancano le catene come Zara, H&M, Topshop e Levi’s, ma sono affiancate da piccoli negozi indipendenti per tutte le età, gusti e budget.

Come arrivare

Cambridge è molto facile da raggiungere grazie all’impeccabile (ma costosa) rete di trasporti inglesi. La stazione principale offre molte corse che vi porteranno alle stazioni di King’s Cross o Liverpool Street di Londra.

Per spostarsi da una parte all’altra della città, i servizi sono offerti da Stagecoach, che include corse in tutto il Cambridgeshire.

Per ulteriori informazioni visitare il sito: http://www.visitcambridge.org/

Credits to Howard Chalkley for the header picture: Cambridge Sights

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...