Souvenir dalle Isole Eolie

Vicino alle terre in cui siamo nati, nelle campagne lontane dal rumore o tra i palazzi di una grande città, tra le fresche brezze di montagna o, come nel mio caso, sulla riva di un mare azzurrissimo, ci sono sempre dei luoghi preziosi. È così, la nostra Italia. Non c’è angolo di regione che non custodisca una bella storia, un paesaggio mozzafiato o un sapore unico da gustare in compagnia.

Accade spesso, però, che alcuni luoghi restino nell’ombra anche per chi abita poco distante. Sono vicini e comodi da raggiungere, ma proprio per questo si finisce con il rimandare la visita. È quello che è successo a me con le Isole Eolie.

Le ho viste per tanti anni dal mio balcone. Vicine al punto che sembrava di poterle toccare. Raggiungibili anche in meno di un’ora con un motoscafo, in poco più di un’ora con i tour organizzati che partivano più volte al settimana dal pontile del mio piccolo paese sulla costa settentrionale della Sicilia. Eppure, tra una cosa e l’altra, non ci ero mai stata. Ma il meglio si fa attendere, giusto?

Qualche anno fa ho iniziato a visitare le Isole Eolie e, credetemi, non riesco più a smettere.

IsoleEolie_1

I sette meravigliosi gioielli del Mar Tirreno fanno parte della provincia di Messina. I due vulcani attivi, Vulcano e Stromboli, salutano i turisti con pennacchi di fumo e, nel caso di Stromboli, con affascinanti colate laviche – la famosa “Sciara del Fuoco”.
L’atmosfera che si respira nelle isole è sempre unica. Secondo la mitologia greca, il dio dei venti Eolo avrebbe trovato riparo nell’arcipelago, dispensando consigli ai pescatori sulle condizioni meteorologiche. La storia millenaria delle isole – pare che siano abitate dal 4000 a.C. – le ha viste protagoniste sulla rotta commerciale dei metalli, anche grazie alla grande presenza della nera e lucidissima ossidiana, con cui si realizzano oggi gioielli e accessori esclusivi.

Ma ciò che forse resta davvero nel cuore, soprattutto a chi con occhio attento e curioso si sofferma sui dettagli, è la particolare architettura eoliana, che resiste alle nuove costruzioni di strutture alberghiere e turistiche in genere. Le case eoliane sono piccole, bianche, a forma di cubo e composte al massimo da due piani. Costruite in pietre o calce (niente cemento da queste parti!), usando materiali di origine locale nonché particolarmente scenografici come la pietra lavica, la pietra pomice e il tufo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

La casa eoliana ha una terrazza, ideale per consumare i pasti all’aperto e chiacchierare fino a tardi la sera, circondata da colonne cilindriche e muretti decorati con maioliche colorate. La vegetazione è importantissima: piante rampicanti e fiori in grandi vasi di ceramica circondano gli spazi garantendo ombra per le ore più calde e custodendo l’intimità dei fortunati abitanti.

Non potendo al momento costruire una villa in stile eoliano sul lungomare del mio paese – desiderio che, comunque, non ho intenzione di mettere da parte – mi sono accontentata di selezionare degli oggetti che possono aiutarmi a ricreare l’atmosfera delle isole a casa mia e li ho trovati su Dalani.it, il sito che raccoglie mobili e decorazioni di prestigiose marche a prezzi scontati e con offerte imperdibili. Sulla scia della loro pagina Souvenir: ricordi di un’emozione, ho messo insieme questi oggetti e ho il piacere di condividere con voi la mia selezione.

Colori predominanti il blu e il bianco, con una preferenza per soggetti legati all’estate, al mare, alla vita genuina dei pescatori. Materiali semplici, che non si rovinano anche se lasciati all’aria aperta; design pratico e funzionale, perché nella vacanza al mare il riposo e la praticità rimangono sempre al primo posto.

Ecco i miei Souvenir dalle Isole Eolie.

Souvenir dalle Isole Eolie_Dalani

Cliccate qui per scoprire tutti i Souvenir di Dalani, dall’Andalusia, da Santorini, da Ibiza e da molte altre città in giro per il mondo che restano impresse anche e soprattutto per le loro atmosfere, fatte dalle luci, dai colori, dalle stoffe, dagli oggetti che abbiamo usato in viaggio. Quale modo migliore per far sì che il viaggio continui, se non portarci a casa un oggetto che ci ricordi tutto l’anno la nostra meta preferita?

E se siete ancora in cerca di una destinazione per una vacanza ritardataria o in bassa stagione, lasciatevi tentare sfogliando l’ebook Viaggiare con Stile. 10 mete perfette per un viaggio da sogno. Lo trovate qui.

Credits to Dalani.it per le foto degli interni.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...