Alla scoperta di Birmingham. Mini guida per italiani nel Midland.

Birmingham è la seconda città più grande del Regno Unito ed è una città universitaria, pertanto molto giovane, attiva, proiettata verso il futuro. Questo lo si percepisce subito, basta pensare al simbolo della città, il Bullring, che altro non è che un mega centro commerciale e che visto da fuori sembra decisamente una struttura futuristica, almeno per me.

Se siete qui nel West Midlands, non potete affatto evitare di passare per questa città, in cui gli abitanti hanno un accento tutto loro, il ‘Brum accent’, rude, forte, a tratti incomprensibile, ma per me molto affascinante. Parole come but o ketchup o wake up pronunciate dai tempi delle medie semplicemente bat, keciap e wek ap, diventano magicamente but, keciup e wek op. I primi mesi ero stordita, convinta che per anni avessi studiato erronee pronunce, poi ho capito che sono loro a essere diversi, per me, così speciali. Sono molto di parte, amo particolarmente questa città, perché è qui che la mia vita è cambiata, qui c’è stata la mia rinascita ed è qui che attualmente vivo, amandola ogni giorno di più e sorprendendomi di quanto possa essere unica, sconvolta quotidianamente dai suoi mille volti. Perché Birmingham è così, è una città dalle mille facce!

Chatedral_Birmingham
Sei totalmente immerso nello shopping frenetico del weekend all’interno del Bullring, tra negozi mai visti e prezzi che noi in Italia non vediamo manco ai saldi, che decidi di uscire a prendere una boccata d’aria e così finisci ad ammirare dall’alto la Saint Martin’s Church e decidi di scendere le scale per scattare una foto proprio lì sotto. Ma appena sei giù, vieni attratto dai tanti ristoranti che sono lì, inizia a piovere e decidi che forse è meglio fare una pausa. Sei un italiano, non vorrai mangiare italiano – anche se al Selfridges, primo piano del Bullring, c’è Rosso Pomodoro, con prezzi gonfiati, ma con prodotti di alta qualità. Così ti fermi per un hamburger da Handmade Burger, perché sono fatti a mano, al momento, perché sono enormi, perché il gelato qui è delizioso e perché puoi scegliere tantissimi prodotti veggie, ma anche glutenfree. Ordini il tuo pranzo sbagliando termini e verbi, ma davanti al panorama che offre il locale tutto ha più senso e mangi sereno, cercando sul tuo melafonino cosa vedere assolutamente dopo questa pausa pranzo. Paghi, saluti e vai via, verso China Town, perché non puoi perderti una passeggiata nel quartiere in cui si vedono passare solo cinesi o al massimo turisti curiosi come te, pronti a fare foto ai vari ristoranti, ai supermercati orientali, alle banche orientali e a tutto l’oriente che è racchiuso in un unico quartiere.

Poi, non si sa come, sbagli strada, e cammina cammina ti ritrovi in pieno centro, con traffico di bus che vanno e vengono da ogni direzione, macchine che si muovo rapide, ma in ordine e silenziose e gente che passeggia a ogni ora. Qui si perde la cognizione del tempo. Non sai mai se sono le 12 o le 4 del pomeriggio perché la città è sempre piena di gente, i locali sono sempre affollati e c’è sempre qualcosa da fare. Così decidi di fidarti di TripAdvisor, vai a esplorare la Biblioteca della città e resti sconvolto da come questa struttura sia così moderna. Entri dentro e sei immerso in un ambiente che non ti aspettavi. Sali tutti i piani, arrivi al settimo per goderti la vista, cerchi la galleria di Shakespeare e poi finisci nel giardino segreto e ammiri dall’alto questa città così enorme, con quartieri grandi come paesi. Una città che sale, che ti conquista, che è troppo grande da vedere in un solo giorno.

Library_Birmingham

Ti colpiscono le luci in strada, così scendi, ritorni in giro, lasci la biblioteca e ti perdi in Broad Street con a terra tutte le stelle con firme e autografi e nomi di attori e personaggi famosi. Scopri tutti i migliori pub e club e ristoranti di Birmingham e proprio mentre stai per entrare nel pub australiano per bere un drink, ti volti e resti incantato. Non hai più parole. Sei quasi sotto shock. Davanti a te c’è una piccola Venezia in miniatura, hai finalmente scoperto la ‘zona dei canali’ di Birmingham e non sai se goderti il momento o se iniziare a scattare più foto possibili da condividere. I canali sono la parte che più adoro di questa città. Puoi fare il giro sul battello e vedere mezza Birmingham, con tanto di pranzo a bordo. C’è la zona movimentata dei canali con locali e ristoranti e poi c’è quella più calma, con panchine, alberi, papere, che vista al tramonto è decisamente un tuffo in non so quale favola, in chissà quale film di Tim Burton. Adoro questa città, con le sue case di marzapane, con i suoi negozi, i locali, le luci, le attività, la sua arte…

Canal_Birmingham

Canali barche_Birmingham

Tutti i musei qui sono gratuiti, come anche la maggior parte delle altre attrazioni, specie legate all’arte, come mostre o gallerie. E infatti dalla zona canali finisci a Victoria Square, passando per la Symphony Hall e termini il tuo tour al Birmingham Museum and Art Gallery, curioso di visitare l’area buddista.

Dopo la visita al museo non può mancare un tè da Starbucks (ovviamente pronunciato così come si scrive), in piazza, a goderti il passaggio e il sole che ancora regna sovrano alle otto di sera. Decidi di intraprendere la via del ritorno, sei diretto alla stazione di Snow Hill per prendere la metro che ti porterà in hotel e resti invece a goderti il sole, la calma e la pace nel giardino della Cathedral Church of Saint Philip. Cos’altro puoi chiedere di più? Hai esplorato quasi tutto il centro di Birmingham e ormai credi di conoscerla, pensi che il tour finisca qui, ignaro invece della Custard Factory, del Gay Village, del campus universitario di Sally Oak, del quartiere indiano ad Handsworth, del ristorate argentino su Hagley Road, del Mailbox, di New Street e dei suoi negozi con tanto di Primark a tre piani, non sai che ancora non sei entrato nei miliardi di Casinò che ci sono in città, non hai ancora messo piede in uno Sheesha, non hai mangiato pollo fritto al Kfc, non hai provato a farti un tatuaggio a The Square, non conosci Moore Street, hai saltato il sushi e non hai nemmeno preso in considerazione di fare un salto al Sea Life!

Museum_Birmingham

In pratica, hai solo mangiato un buon hamburger e hai fatto il tour minimo che ogni turista qui a Birmingham deve fare. Ci sono delle zone, dei quartieri, che non hanno nulla che possa attirare i turisti, ma sono quelli che più amo, con i laghi a sorpresa che spuntano dietro parchi enormi dove i bambini corrono felici, dove i gabbiani si fermano a riposare, dove ci sono gli attrezzi per fare palestra, i fiori, l’aria fresca ..

Ci sono le due torri del Signore degli anelli ancora da vedere, c’è da visitare il mercato della città, ci sono i charity shop da assaltare in cerca dell’affare dell’anno. Ci sono i cimiteri dove gli inglesi portano i cani a passaggio, c’è il quartiere delle gioiellerie, c’è da fare la spesa al Tesco, ci sono i prodotti naturali del Superdrug, ci sono così tante cose da fare, da dire e da vedere qui a Birmingham che l’unica soluzione è lasciar perdere questo articolo, fare un salto su Skyscanner e prendere il primo volo diretto che porti qui, in questo freddo paradiso, con la gente sempre allegra e disponibile e con me che mi godo finalmente la vita!

Vi aspetto…tara-a-bit!

(Fotografie di Ilaria Müller)



Ilaria Müller, 25 anni
Birmingham

Ilaria Müller cura da settembre 2014 il blog Vita da Lari e un canale YouTube, in cui ha raccontato la sua vita all’estero: da ragazza alla pari a perfetta immigrata lavoratrice.

Questo ultimo video è il reso del suo mese di luglio a Birmingham. Iscrivetevi al canale di Ilaria per non perdere i suoi consigli, le sue emozioni, le sue avventure.

Annunci

Un pensiero su “Alla scoperta di Birmingham. Mini guida per italiani nel Midland.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...